Skip to main content

5 fasi per riaprire la piscina esterna


02 / 02 / 2021 Gaia

5 fasi per riaprire la piscina esterna - Baires Piscine

Finalmente è arrivato il momento di riprendere ad utilizzare la vostra piscina esterna. Con l’avvento della bella stagione e grazie all’aumento delle temperature l’idea di farsi una nuotata è sempre più allettante.

Ma come preparare la piscina alla bella stagione? Come assicurarsi la migliore qualità dell’acqua per nuotare? Con questa semplice guida il personale di Baires Piscine vuole aiutarvi a riaprire le vostre piscine esterne senza problemi!


Come sapere quando è il momento di riaprire la piscina esterna?


Per sapere quando è il momento di riaprire la piscina esterna ci sono due fattori da tenere in considerazione:

  1. La temperatura: la temperatura ideale per riaprire la piscina è appena al di sopra dei 10° C. Questo perché temperature più alte rischiano di far proliferare alghe e batteri sotto la copertura per piscina.
  2. Il meteo: è bene scegliere, per riaprire la piscina esterna, qualche giorno in cui non sono previste precipitazioni o venti forti, in modo da riuscire a fare le operazioni di pulizia comodamente, senza doversi interrompere o rischiare un peggioramento delle condizioni di pulizia della piscina esterna.


Cosa fare prima di riaprire la piscina esterna?


La prima cosa da fare è assicurarsi di avere a portata di mano tutti gli strumenti necessari per la pulizia e sanificazione della piscina esterna.

Quali sono gli strumenti necessari ad una pulizia approfondita della vostra piscina da esterno? Ecco un elenco:

  • Tubo da giardino (per pulire la piscina)
  • Idropulitrice (per pulire a fondo nel caso ci siano piastrelle nel bordo piscina)
  • Prodotti per la pulizia specifici
  • Cloro
  • Aspirafango
  • Pulitore automatico
  • Accessori specifici per il vostro filtro piscina
  • Regolatori del ph
  • Misuratori del ph e del cloro libero


Preparare la piscina da esterno alla bella stagione in 5 step


Prima di iniziare a godervi la vostra piscina esterna è necessario pulirla a fondo, per assicurarsi una buona qualità dell’acqua (e di conseguenza un bagno piacevole). Ecco i 5 step per preparare la vostra piscina da esterno alla bella stagione:


1. Rimozione e pulizia della copertura piscina

Per prima cosa è necessario rimuovere la copertura piscina e pulirla con cura, assicurandosi di aver tolto tutto lo sporco. Questo passaggio è molto importante e deve essere fatto non solo all’inizio della stagione, ma tutte le volte che la piscina viene coperta (per esempio nel caso di pioggia prolungata).

Una piscina esterna coperta con una copertura piscina sporca infatti rischia che si sviluppino alghe e batteri a causa di questa.

In questa fase è bene inoltre controllare lo stato dell’impianto di filtraggio, per capire le condizioni e come intervenire nelle fasi successive.


2. Pulizia e avvio dell’impianto di depurazione

Per far ripartire la piscina esterna è necessario, come prima azione, far ripartire la pompa per piscina e l’impianto di depurazione, che daranno una mano nelle fasi successive di depurazione dell’acqua tramite tutti i delicati equilibri chimici.

Serve rimuovere tutto lo sporco e i detriti (foglie, arbusti, terriccio) che potrebbero essere rimasti incastrati nell’impianto di pulizia della piscina esterna e che potrebbero causare il malfunzionamento. Dopo la pulizia aspettare però a metterli in funzione, perché prima è necessario pulire la vasca della piscina.


3. Pulizia approfondita della piscina

Dopo la pulizia dell’impianto di depurazione è il momento di pulire la vasca della piscina e i dintorni.

Per la pulizia della piscina esterna risulta molto comodo utilizzare un aspirafango come primo passaggio, per rimuovere i detriti più grandi che si sono depositati sul fondo. Utilizzando poi un pulitore automatico è possibile finire nei minimi dettagli il lavoro di detergenza.

Nella pulizia della zona circondante la piscina esterna molto dipende dal materiale: se pietra, legno o gres una idropulitrice potrebbe essere molto utile per rimuovere lo sporco accumulatosi durante l’inverno. Nel caso invece ci sia del giardino con l’erba potrebbe essere solo necessario tagliare l’erba e rimuovere eventuali detriti come foglie e arbusti per riportarlo allo splendore desiderato.


4. Avvio dell’impianto

Questo è il momento di riempire la piscina esterna. Il livello dell’acqua deve essere abbastanza alto da permettere all’impianto di filtrazione e di ricircolo di funzionare.

A questo punto si avvia la piscina, facendo partire tutti gli impianti per controllarne il funzionamento, ed eventualmente ripararli.


5. Regolazione della chimica della piscina

Questa fase serve a rimettere in ordine tutti i processi chimici che mantengono pulita la vostra piscina esterna. Aggiungete il cloro nelle dosi raccomandate e controllate (eventualmente aggiustandolo) il livello di ph.

Fate funzionare il sistema di filtraggio della vostra piscina esterna per almeno tre giorni prima di immergervi. Alla fine di questo periodo misurate e regolate nuovamente il ph, oltre a misurare il livello di cloro libero.

Una volta che la piscina raggiunge i livelli giusti è il momento di inaugurarla con un bel bagno!


Hai bisogno di aiuto? Baires Piscine è a tua disposizione!


Desiderate una pulizia approfondita della vostra piscina?

C’è qualcosa che non funziona ed è necessario l’intervento di professionisti?

Volete godervi la vostra piscina esterna senza fare la fatica di sistemarla?

Baires Piscine è sempre a vostra disposizione per aiutarvi nel processo di riapertura della vostra piscina esterna!


Contattaci