Skip to main content

Bonus piscina 2022: quali sono le agevolazioni per ristrutturare la tua piscina


10 / 11 / 2022 Ing. Agostino Migliorati

Bonus piscina 2022: quali sono le agevolazioni per ristrutturare la tua piscina

I progetti di ristrutturazione piscina sono l’occasione perfetta per rimodernare la propria piscina, eliminare piccoli difetti che potrebbero comparire nel corso del tempo, oppure efficientare l’impianto dal punto di vista energetico.

Anche le piscine a sfioro migliori non possono sfuggire ai segni del tempo. Il rivestimento si rovina, l’impianto inizia ad essere datato, lo stile con cui è stata realizzata la piscina a sfioro inizia a risultare monotono.

Nonostante le piscine grandi e piccole costruite dai nostri tecnici e ingegneri abbiano una durata superiore ai 20 anni effettuare una ristrutturazione permette di dare una nuova vita all’installazione, rendendola più performante e con un design moderno.

Migliorare l’efficienza energetica garantisce un notevole risparmio sulle spese future, soprattutto considerando l’incremento dei costi dell’energia e dell'acqua verificatosi negli ultimi anni.

Inoltre una piscina privata moderna e con degli impianti all’avanguardia permette di aumentare notevolmente il valore dell’immobile, oltre che fornire relax e comfort ai proprietari dell’abitazione.

Il Governo Italiano ha messo in campo delle misure agevolative tramite il Bonus Piscina 2022.

Attraverso queste forme di finanziamento i proprietari di una piscina interna o una piscina esterna possono alleggerire notevolmente le spese di ristrutturazione, per interventi sia dal punto di vista estetico che funzionale.

I Bonus Piscine 2022 sono stati prolungati fino al 31 dicembre 2024, rendendo questo periodo l’occasione perfetta per rinnovare la propria installazione e migliorarne il comfort e l’impatto energetico.

In questa guida forniremo le indicazioni per sfruttare il Bonus piscina 2022, mettendo in evidenza le diverse forme di agevolazione promosse dal Governo e fornendo le indicazioni per accedere ai finanziamenti.


Bonus piscina 2022: cos’è e come funziona

Per il periodo dal 2021 al 2023 il Governo ha messo in atto delle agevolazioni fiscali per i lavori di ristrutturazione e rimodernamento della propria piscina interrata tramite il Bonus piscina 2022.

I beneficiari possono usufruire del Bonus Piscina 2022 secondo due diverse modalità:

  • Bonus ristrutturazione del 50%, con possibilità di sconto in fattura
  • Ecobonus del 65% per la ristrutturazione di piscine con sistema di riscaldamento, con possibilità di sconto in fattura e cessione del credito a terzi

Bonus piscina 2022: bonus ristrutturazione del 50%

Il primo bonus da diritto ad una detrazione IRPEF del 50% delle spese effettuate per la ristrutturazione di piscine interne e piscine esterne, fino ad un ammontare complessivo di 96.000 euro, con la possibilità di ripartire in 10 quote annue oppure sfruttare il bonus in fattura immediato.

Il bonus ristrutturazione può essere sfruttato per interventi di ristrutturazione dell’impianto su piscine preesistenti.

Leggi il nostro articolo "Piscine grandi: come realizziamo piscine residenziali e per impianti sportivi" per scoprire come realizziamo e ristrutturiamo vasche grandi e olimpioniche.

Le spese che rientrano nel Bonus Piscina 2022 al 50% sono quelle relative a:

  • Ristrutturazione estetica: interventi mirati a migliorare l’estetica, il comfort e il design dell’impianto. Alcuni esempi sono la sostituzione di bordi perimetrali, pavimentazione, rivestimenti, oppure sistemi di idromassaggio e cascate verticali.
  • Ristrutturazione funzionale: interventi mirati a migliorare le funzionalità della piscina, come il riscaldamento, l’illuminazione, il sistema di controllo della temperatura o sistemi di disinfezione all’avanguardia.
  • Ristrutturazione impiantistica: interventi per migliorare l’efficienza degli impianti che garantiscono il funzionamento della vasca. Sono perciò inclusi gli interventi effettuati su pompe, filtri, tubazioni, sistema di filtraggio e sostituzione di un sistema a skimmer con una piscina a sfioro.

I principali interventi tramite i quali è possibile usufruire del Bonus Piscina 2022 sono i seguenti:

  • Rifacimento della pavimentazione del solarium
  • Sostituzione del bordo piscina
  • Sostituzione del rivestimento interno
  • Installazione o rinnovo di un impianto di riscaldamento
  • Miglioramento dell’impianto di filtrazione
  • Miglioramento o rinnovo del sistema di illuminazione
  • Installazione di impianti idromassaggio o nuoto controcorrente
  • Rinforzo o riparazione della struttura
  • Rialzo della piscina
  • Alzamento del fondo per la riduzione del volume d’acqua

La condizione principale per poter accedere al Bonus piscina 2022 è che i lavori devono riguardare interventi di ristrutturazione della piscina e non nuove installazioni.

Possono beneficiare dell’agevolazione sia i titolari degli immobili che i locatari, soci di imprese chiunque goda di diritti reali sugli immobili.

Per quanto riguarda gli interventi nelle strutture condominiali sono ammessi interventi sulle strutture preesistenti, a patto che le caratteristiche preesistenti vengano conservate.


Bonus piscina 2022: ecobonus del 65%

L’ecobonus comprende una serie di agevolazioni fiscali per la riqualificazione energetica degli immobili e rientra tra i bonus edilizi prorogati fino al 2024.

L’Ecobonus consiste in una detrazione IRPEF o IRES concessa per i lavori che creano un miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici e da diritto ad una detrazione del 65% da ripartire in 10 rate annuali di pari importo.

Esiste in questo caso la possibilità di richiedere la cessione del credito a terzi oppure lo sconto in fattura.

È possibile sfruttare l’ecobonus al 65% per gli interventi di ristrutturazione delle piscine con riscaldamento, in particolare per le seguenti operazioni:

  • Installazione di collettori solari per la produzione di acqua calda
  • Installazione di pompe di calore per il riscaldamento dell’acqua
  • Installazione di generatori ibridi (pompa di calore integrata ad una caldaia a condensazione)
  • Installazione di pannelli solari per la copertura del fabbisogno di acqua calda in piscina
  • Implementazione di sistemi di building automation

Sono inoltre incluse nella detrazione fiscale le spese relative a:

  • Progettazione degli impianti
  • Spese di prestazione professionale richieste
  • Spese per la messa in regola degli impianti elettrici e di illuminazione
  • Spese relative a perizie e sopralluoghi
  • Imposta sul valore aggiunto, imposta di bollo e concessioni

Come richiedere il Bonus Piscina 2022

Per poter ricevere il Bonus Piscina 2022 sarà necessario presentare in primis il documento di pratica edilizia. Inoltre non è possibile applicare il bonus nel caso di semplice aggiunta di accessori alla piscina e le spese massime ammontano a 96.000 euro.

Per accedere ai finanziamenti è importante dimostrare di essere destinatari idonei e quindi dimostrare di aver rispettato i requisiti richiesti. Se la verifica andrà a buon fine verrà riconosciuto al soggetto la detrazione fiscale sotto forma di rimborso IRPEF.

La presentazione della richiesta prevede la trasmissione della comunicazione relativa alla segnalazione di inizio lavori, da compilare sul portale ufficiale dell’Ecobonus e da trasmettere entro 90 giorni dalla data di ultimazione dei lavori.

Per completare la richiesta è necessario fornire la propria dichiarazione dei redditi, in modo da indicare le spese sostenute e dimostrare l’idoneità degli interventi effettuati.


Ristrutturazione piscina: cosa aggiungere per creare il tuo angolo di paradiso

Esistono numerose soluzioni per ristrutturare la tua piscina grazie al Bonus Piscina 2022, aggiungendo dei complementi in base alle tue esigenze e rendendola un’installazione unica e confortevole.

Una delle richieste più frequenti è l’installazione di una vasca idromassaggio, una soluzione che porta innumerevoli benefici a livello fisico e mentale e da un tocco in più alla tua piscina e permettendo di rilassarti dopo l’attività sportiva oppure dopo una lunga giornata di lavoro.

Oltre alla classiche piscine idromassaggio esiste la possibilità di installare geyser, cascate cervicali, fontane e lettini idromassaggio.

Una soluzione molto in voga negli ultimi anni è il nuoto controcorrente, perfetta nel caso in cui si voglia praticare sport nella propria piscina senza tuttavia occupare troppo spazio.

Il nuoto controcorrente permette infatti di simulare il nuoto in piscina attraverso una pompa che aspira l’acqua e la reimmette da una specifica bocchetta, creando una corrente verso la direzione opposta rispetto al nuotatore.

Infine esiste la possibilità di creare una vera e propria zona wellness e SPA attorno alla piscina, installando ad esempio una sauna finlandese, bagni turchi o stanze del sale.


Contattaci per scoprire le soluzioni per ristrutturare la tua piscina e per sfruttare le il Bonus Piscina 2022.


Ristrutturazione piscina: un esempio di come si svolge la ristrutturazione di una piscina

A fine giugno abbiamo realizzato un progetto di ristrutturazione di una piscina giardino (link) di una piscina a skimmer che abbiamo realizzato nel 1995 a Caionvico.

La piscina giardino necessitava primariamente di una ristrutturazione estetica, perché ovviamente le tendenze estetiche sono cambiate negli anni.

Gli impianti erano ancora funzionanti, ma grazie alla ristrutturazione sono stati sostituiti con impianti di ultima generazione, per garantire minori costi di gestione della piscina.


Bonus piscina 2022: quali sono le agevolazioni per ristrutturare la tua piscina - Vasca Ristrutturata

La piscina è stata trasformata da una piscina a skimmer ad una piscina a sfioro, in quattro step:

  1. Rimozione dell’acqua dalla vasca della piscina e rimozione del rivestimento: abbiamo rimosso l’acqua e abbiamo rimosso il rivestimento della vasca, oltre che tutta la pavimentazione esterna della piscina;
  2. Trasformazione degli impianti: come abbiamo visto il progetto di ristrutturazione prevedeva la trasformazione dell’impianto a skimmer in una piscina a sfioro, per questo abbiamo sostituito gli impianti e realizzato un nuovo locale tecnico;
  3. Posa della vasca e rivestimento: abbiamo installato la nuova vasca in acciaio e il nuovo rivestimento, poi abbiamo effettuato la ripavimentazione di tutta la zona piscina;
  4. Riempimento della vasca e collaudo: abbiamo collaudato gli impianti e la vasca e abbiamo arredato la zona bagno con lettini e ombrelloni.

Vuoi scoprire di più su come abbiamo ristrutturato la piscina giardino? Leggi il nostro blog “Piscina giardino: come viene ristrutturata”, leggi anche le pagine progetto “Piscina a Skimmer: Garden Jewel” e “Piscina a Sfioro Esterna: No Limits”.


Cura della Piscina: come curare al meglio la tua piscina per garantirne la durata nel tempo

Per garantire la massima durata nel tempo della tua piscina devi prendertene cura nel modo giusto. Ecco due guide che abbiamo scritto su come mantenere al meglio la tua piscina:


Vuoi ristrutturare la tua piscina grazie al Bonus Piscina 2022? Scrivici!