Skip to main content

Piscine grandi: come realizziamo piscine residenziali e per impianti sportivi


30 / 05 / 2022 Ing. Agostino Migliorati

Piscine grandi: come realizziamo piscine residenziali e per impianti sportivi

Baires Piscine da sempre realizza piscine grandi e olimpioniche per privati e impianti sportivi, garantendo una struttura di qualità e resistente nel tempo, in grado di soddisfare tutte le esigenze dei clienti. Ma come costruiamo piscine grandi? Esistono dimensioni massime di una piscina per privati?

Vediamo come realizziamo piscine grandi e olimpioniche per i nostri clienti.


Piscine grandi per privati

Iniziamo a parlare di piscine grandi per privati rispondendo alla domanda che i nostri clienti ci pongono più spesso: quale è la dimensione massima per una piscina privata?

Non esiste in realtà una dimensione massima fissa: se il tuo terreno o giardino ha le caratteristiche adatte puoi tranquillamente realizzare una (o più) piscina olimpionica. È quindi il giardino in cui la piscina deve essere realizzata a dare i limiti alla dimensione della piscina.

Una piscina grande più essere sia una piscina esterna che una piscina in casa: l'unico ostacolo alla creazione di una piscina grande interna è lo spazio in casa, ma questo problema si può risolvere creando una struttura adiacente alla casa.

Da regolazioni statali una piscina interrata deve essere realizzata:

  • a due metri dal confine del lotto
  • a tre metri da altri edifici

È possibile che i singoli comuni abbiano regole differenti e più stringenti, per aderire a vincoli paesaggistici o edilizi.

Generalmente, se lo spazio è disponibile, la realizzazione di una piscina grande o olimpionica non è differente dalla realizzazione per impianti sportivi. Baires Piscine riconosce, però, nelle proprie realizzazioni, un’attenzione maggiore alle tempistiche per i cantieri per privati: conosciamo bene il disturbo che una realizzazione piscina può avere nel tuo giardino, per questo cerchiamo di diminuire il più possibile i tempi di realizzazione mantenendo la qualità.

Alcune piscine grandi per privati che abbiamo realizzato:


Piscina a Sfioro Esterna: No Limits

Piscine grandi - Piscina a Sfioro Esterna: No Limits

Leggi di più...


Piscina a sfioro Infinity: The Art of Wellness

Piscine grandi - Piscina a sfioro Infinity: The Art of Wellness

Leggi di più...


Piscina esterna a sfioro: Santa Monica

Piscine grandi - Piscina esterna a sfioro: Santa Monica

Leggi di più...


Piscina Esterna a Sfioro: Happiness on the Countryside

Piscine grandi - Piscina Esterna a Sfioro: Happiness on the Countryside

Leggi di più...


Piscine grandi e olimpioniche per impianti sportivi

Abbiamo realizzato piscine grandi e piscine olimpioniche per impianti sportivi, prestando particolare attenzione a creare strutture che potessero soddisfare le esigenze di un pubblico più svariato.


Dimensioni delle piscine olimpioniche

Le dimensioni di una piscina interrata olimpionica non sono lasciate al caso, sono normate dalla Federazione Internazionale Nuoto, che stabilisce che la vasca olimpionica deve essere lunga 50 metri, larga 25 metri e avere una profondità minima di 2 metri. Una vasca olimpionica è inoltre composta da 10 corsie larghe 2,5 metri.

Sono state stabilite tolleranze molto stringenti per le dimensioni:

  • lunghezza: la tolleranza ammessa sulla larghezza è di 0,03 metri in eccesso, non è ammessa tolleranza in difetto;
  • larghezza: non è ammessa tolleranza, la vasca deve essere larga 25 metri esatti;
  • profondità: la profondità minima è 2 metri, ma è consigliata una profondità di 3 metri per dare libertà agli atleti.

Tali dimensioni devono tenere in considerazione anche la presenza dei touch panel che servono per le misurazioni dei tempi di velocità degli atleti in gare.

Esistono anche indicazioni sulla temperatura e sulla luminosità: la temperatura dell’acqua per le piscine olimpioniche deve essere tra i 25°C e i 28°C, la luminosità minima consentità è 1500 lux.


Ecco alcune piscine per impianti sportivi che abbiamo realizzato:


Piscina Esterne e Interne a Sfioro: Centro Sportivo Le Gocce

Piscine grandi - Piscina Esterne a Sfioro: Centro Sportivo Le Gocce
Piscine grandi - Piscine Interne a Sfioro: Centro Sportivo Le Gocce

Leggi di più...


Piscina Esterne e Interne a Sfioro: Centro Sportivo Millennium

Piscine grandi - Piscina Esterne e Interne a Sfioro: Centro Sportivo Millennium

Leggi di più...


Piscina a Sfioro: Hotel Extension

Piscine grandi - Piscina a Sfioro: Hotel Extension

Leggi di più...


Tipi di piscine: quale tipologia è meglio per una piscina grande

Esistono due tipi principali di piscine interrate: cemento e vasche prefabbricate. Non esiste una tipologia migliore in assoluto, ma è importante per la realizzazione di vasche grandi scegliere la tipologia di piscina giusta e garantire quindi la massima durata nel tempo.

Una piscina grande è, per sua natura, più a rischio di guasti della struttura. Considerando che una piscina olimpionica tiene 2.500.000 litri d’acqua è evidente come la pressione esercitata sulle pareti sia considerevole. Per questo spesso abbiamo dovuto intraprendere progetti di ristrutturazione per impianti sportivi.

È quindi fondamentale che tutte le piscine grandi siano realizzate a regola d’arte, con attenzione all’integrità della struttura e alla cura della preparazione del terreno.

Vediamo insieme quale è il tipo di costruzione migliore per realizzare piscine grandi:


Piscine grandi in cemento

Le piscine in cemento sono veramente personalizzate e possono essere modellate praticamente in qualsiasi dimensione, forma o profondità. Queste piscine sono spesso chiamate piscine personalizzate, perché il cemento permette di realizzare qualunque forma della vasca e le pareti rinforzate in acciaio possono essere create su misura per il cliente.

Il cemento viene sparato da una pistola su pareti rinforzate in acciaio. Una volta che il calcestruzzo si indurisce, la piscina viene intonacata, verniciata e rifinita con una superficie strutturata o piastrellata.

L'installazione di una piscina interrata in cemento richiede più tempo rispetto a qualsiasi altro tipo, generalmente tra le 3 e le 5 settimane (variabilità dovuta alle dimensioni della vasca e al tempo atmosferico), ma è il tipo di piscina più resistente e durevole.

Ci sono molte piscine in cemento create da Baires Piscine, ancora in uso oggi: hanno ben più di 30 anni. E, a differenza di altri tipi di piscine interrate, le piscine in cemento esistenti possono essere ristrutturate, ampliate e aggiornate più facilmente.


Piscine grandi in fibra di vetro prefabbricate

Le piscine in fibra di vetro sono vasche pre-modellate, che vengono inserite nello scavo apposito. Le piscine in fibra di vetro possono essere installate molto più velocemente rispetto ad altri tipi di piscine. In alcuni casi, anche solo tre giorni.

Tuttavia, le piscine in fibra di vetro sono disponibili in meno dimensioni e forme rispetto alle piscine in cemento, il che potrebbe essere un problema se hai un cortile piccolo o dalla forma unica.

Inoltre le piscine prefabbricate non sono così resistenti e non sono adatte per la creazione di vasche grandi o olimpioniche.


Sistema di filtraggio e circolazione acqua per piscine grandi

Il sistema di circolazione di una piscina utilizza due azioni pulenti per mantenere l’acqua cristallina e pulita:

  • filtrazione: processo che permette di filtrare, tramite appunto un filtro meccanico, piccole impurità dall’acqua;
  • sanificazione: processo chimico di disinfezione dell’acqua.

La pompa di filtrazione preleva l'acqua dal sistema a sfioro della piscina, invia l'acqua di superficie attraverso tubature apposite, quindi fa passare tutto attraverso il sistema di filtraggio e sanificazione prima di ricircolare di nuovo nella piscina, tramite bocchette sul fondo.

I filtri a sabbia sono il metodo più antico e comune di filtrazione dell'acqua della piscina. Usano una speciale sabbia filtrante per intrappolare sporco e detriti.

I filtri a sabbia vengono puliti mediante controlavaggio, che comporta l'inversione del flusso d'acqua attraverso il filtro e lo scarico dell'acqua sporca in una linea di scarico.

I filtri a cartuccia utilizzano cartucce cilindriche di grandi dimensioni per intrappolare lo sporco. A differenza dei filtri a sabbia, le cartucce non necessitano di controlavaggio. Invece, li risciacqua semplicemente con un tubo da giardino, un processo che utilizza molta meno acqua rispetto al controlavaggio.

Il sistema di filtraggio dell'acqua della piscina rimuove i detriti, ma è necessario un disinfettante chimico per uccidere i contaminanti organici, come batteri e alghe. Esistono tre disinfettanti autorizzati all’uso nelle piscine: cloro, bromo e PHMB.

Il cloro è di gran lunga il disinfettante per piscine più comunemente usato. Quando disciolto in acqua, il cloro rilascia cloro libero, noto anche come acido ipocloroso. Sono disponibili diversi tipi di disinfettanti a base di cloro. Noi di Baires Piscine preferiamo sempre consigliare ai nostri clienti il cloro, come disinfettante, perché è il composto chimico più sicuro per la disinfezione dell’acqua della piscina.

Le compresse di bromo (acido ipobromoso) possono essere utilizzate anche come disinfettante per piscine.

Il PHMB (poliesametilene biguanide) è un disinfettante per piscine che viene utilizzato in combinazione con perossido di idrogeno e un alghicida.

Leggi di più su come mantenere pulita l’acqua della tua piscina nel nostro articolo “Manutenzioni Piscine: la guida completa!”.



Vuoi realizzare la tua piscina grande? Contattaci!