Skip to main content

Piscine interrate: 6 fasi per la costruzione


15 / 06 / 2022 Ing. Agostino Migliorati

Piscine interrate: 6 fasi per la costruzione

Costruire le piscine interrate a regola d’arte richiede una serie di operazioni, sia durante la fase di progettazione che di costruzione vera e propria. Vuoi scoprire come costruiamo le nostre piscine interrate? Leggi questo articolo, in cui ti spiegheremo esattamente quali sono le fasi per la costruzione delle piscine interrate.

La fase di progettazione è fondamentale e ci permette di definire le specifiche tecniche dell’impianto che andremo a realizzare. I nostri tecnici prestano particolare attenzione al processo di progettazione, ed è soprattutto per questo che le nostre piscine hanno una durata media di 30 anni, e necessitano di pochissime spese di manutenzione (leggi il nostro articolo sulla manutenzione piscina qui "Manutenzioni Piscine: la guida completa!").

Oltre all’aspetto tecnico, molto importante per realizzare piscine interrate durevoli, l’aspetto estetico e di design è fondamentale nella progettazione piscina. Lo stile della vostra abitazione, in caso di piscina interna, oppure lo stile del giardino in caso di piscina esterna, deve essere in armonia con l’impianto che andremo a realizzare.

Ecco quali sono i 6 step per la realizzazione di piscine interrate:

  1. Studio di prefattibilità
  2. Progettazione
  3. I permessi edilizi
  4. Scavo e realizzazione della base
  5. Installazione della struttura e delle componenti idrauliche ed elettriche
  6. Finiture ed installazioni aggiuntive


1. Piscine interrate: Studio di prefattibilità


1. Piscine interrate: Studio di prefattibilità

La prima fase di costruzione di tutte le piscine interrate è lo studio di prefattibilità, che esamina le potenzialità del giardino o della casa e permette ai nostri tecnici di creare un progetto su misura per i nostri clienti.

Lo studio di prefattibilità è spesso sottovalutato, ma è di fondamentale importanza e permette di evitare i 6 guasti più diffusi nelle piscine interrate.

Per questo motivo il nostro team di tecnici specializzati eseguirà tutte le analisi del caso in modo meticoloso e professionale. L’obiettivo primario sarà quello di individuare le caratteristiche del terreno e degli spazi nei quali si intende eseguire l’impianto.

Per l’analisi dello stato del terreno viene eseguita un’analisi idrogeologica, per individuarne le caratteristiche e la composizione ed evitare cedimenti ed infiltrazioni che metterebbero a repentaglio la sicurezza della struttura.

Oltre al terreno vanno tenuti in considerazione i vari vincoli architettonici, sia naturali che artificiali. In certi casi potrebbe essere necessario eseguire lavori per modificare i vincoli presenti, o creare una struttura apposita per la piscina esterna interrata che possa essere inserita nonostante i vincoli presenti.

Sarà importante anche individuare eventuali tubature ed impianti sotterranei, per non correre il rischio di creare danni durante gli scavi.

A questo punto i nostri tecnici sono in grado di sviluppare una planimetria dell’area in cui si intende eseguire lo scavo, per presentarti un’anteprima della tua piscina esterna interrata.



2. Piscine interrate: Progettazione


2. Piscine interrate: Progettazione

Dopo lo studio di prefattibilità passiamo alla fase di progettazione vera e propria. Durante questa fase progettiamo insieme ai nostri clienti tutti i dettagli delle nuove piscine interrate.

Grazie alle moderne tecniche di costruzione e all’esperienza dei nostri tecnici, siamo in grado di offrire piscine interrate costruite con materiali all’avanguardia, riducendo i tempi necessari alla costruzione e mantenendo un’elevata qualità e resistenza nel tempo.

È chiaro che le tempistiche, sia per quanto riguarda la progettazione che per la fase di costruzione, possono variare in base alla complessità del progetto, alla grandezza dell’impianto e ai possibili lavori extra che devono essere eseguiti.

Per conoscere i tempi di realizzazione di una piscina esterna leggi il nostro articolo “Piscina esterna: inizia ora i lavori per nuotare a giugno!”.

Durante la fase di progettazione, gli ingegneri di Baires Piscine e i clienti lavorano a stretto contatto per determinare le caratteristiche della piscina, come forma, dimensione, materiali, colori e design, oltre che i vari aspetti tecnici e gli elementi aggiuntivi come fari e pavimentazione.

Baires piscine offre un’ampia gamma di possibilità per quanto riguarda la forma e il design della tua piscina esterna, permettendoti di realizzare l’impianto dei tuoi sogni indipendentemente dai vincoli presenti.

Esistono numerosi materiali tra cui poter scegliere, come cemento, acciaio e fiberglass, e a seconda delle tue esigenze delle caratteristiche tecniche e del terreno, sapremo consigliare la scelta più adatta.

Ti supporteremo nella scelta degli optional, come:

La piscina dovrà inoltre trovarsi in una posizione tale da garantire tranquillità e privacy. In caso contrario sarà necessario installare delle coperture artificiali o naturali come siepi o gazebi, garantendo la tua privacy e un alto grado estetico attraverso l’utilizzo di materiali di alta qualità.



3. Piscine interrate: I permessi edilizi


3. Piscine interrate: I permessi edilizi

Prima di avviare i lavori è necessario considerare i permessi di costruzione che potrebbero influire sulla durata del progetto. In questo caso i nostri consulenti identificheranno e redigeranno i documenti necessari, considerando che questi possono variare da regione a regione.

Nel caso di realizzazione di piscine interrate i permessi richiesti sono solitamente due:

  • Dichiarazione o segnalazione di inizio attività (DIA o SCIA): questo permesso è necessario nel caso in cui l’impianto da realizzare è di pertinenza dell’abitazione e ha un volume inferiore al 20% rispetto al volume complessivo dell’immobile.
  • Permesso di costruire: questo secondo permesso serve invece nel caso in cui la piscina non è di pertinenza o il suo volume è superiore al 20% del totale.

Possono inoltre esistere ulteriori vincoli di tipo ambientale o paesaggistico che possono richiedere una documentazione specifica. Anche in queste situazioni particolari i nostri tecnici si identificheranno i vincoli presenti e presenteranno la documentazione necessaria.

Solitamente i comuni richiedono un’attesa di 30 giorni dalla presentazione del progetto, dopodiché è possibile avviare il cantiere.



4. Piscine interrate: Scavo e realizzazione della base


4. Piscine interrate: Scavo e realizzazione della base

Lo scavo è solitamente realizzato in due/tre giorni, per minimizzare il disturbo causato. Realizziamo lo scavo prestando particolare attenzione per evitare di danneggiare l’area circostante ed evitare di creare disagio ai nostri clienti e ai vicini di casa.

Durante la realizzazione dello scavo, se la vasca scelta è una vasca in acciaio la realizzeremo in carpenteria appositamente, per diminuire i tempi di cantieri.

Finito lo scavo posizioneremo una soletta in calcestruzzo armato, la vasca realizzata e tutto l’impianto di tubature e filtri.

Le tecniche di costruzione possono tuttavia variare in base alla tipologia di piscina, scopri come realizziamo una piscina grande leggendo l’articolo “Piscine grandi: come realizziamo piscine residenziali e per impianti sportivi”.



5. Piscine interrate: Installazione della struttura e delle componenti idrauliche ed elettriche


5. Piscine interrate: Installazione della struttura e delle componenti idrauliche ed elettriche

Anche in questo caso in base alla tipologia di materiale e al modello di piscina, le tempistiche e la difficoltà nella realizzazione possono variare. Le piscine in acciaio risultano abbastanza pratiche da realizzare, sono realizzate precedentemente e poi semplicemente montate in loco.

Le strutture realizzate in cemento hanno invece dei tempi di realizzazione più lunghi ma il risultato e le caratteristiche meccaniche ripagano ampiamente i tempi di attesa.

Successivamente dobbiamo realizzare gli impianti idraulici ed elettrici. Questo passaggio è molto delicato e richiede delle conoscenze specifiche riguardo a tali materie.

Verranno dunque montati l’impianto di filtrazione e di ricircolo dell’acqua, installando le tubature, le pompe e i filtri. Sarà inoltre necessario scegliere la posizione del locale tecnico, fondamentale per il buon funzionamento dell’impianto, e che dovrà essere posizionato in una posizione comoda e accessibile.

È in questo passaggio che si può vedere il valore differenziale di Baires Piscine: grazie al nostro brevetto Sfioro Up possiamo realizzare piscine a sfioro particolari: sono piscine a sfioro senza vasca di compenso. Questo tipo di piscine è di altissimo impatto estetico, perfetto per creare ambienti suggestivi.

Hai spazio solo per una piscina piccola? Non disperare, leggi il nostro articolo "Piscina piccola? Scegli il nuoto controcorrente!"



6. Piscine interrate: Finiture ed installazioni aggiuntive


6. Piscine interrate: Finiture ed installazioni aggiuntive

A questo punto gran parte del lavoro è stato effettuato e non rimane che concentrarsi sulle finiture e sulla posa dei complementi d’arredo scelti in fase di progettazione.

Si procede perciò al rivestimento della struttura con la pavimentazione prescelta, solitamente PVC o piastrelle, sia per la zona della piscina che per la pavimentazione del solarium.

Dopo aver posato il rivestimento possiamo installare le componenti dell’illuminazione e accessori come cascate e bocchette per l’idromassaggio.

Se richiesto dal cliente i nostri designer possono occuparsi anche dell’arredo del giardino e dell’area attorno alla piscina, crenando un ambiente armonico dove rilassarti e recuperare le energie. Alcune delle soluzioni a disposizione sono bagni turchi, saune, stanze del sale e vitality spa.

Vuoi una piscina olimpionica? Scopri come vengono costruite le piscine grandi nel nostro blog "Piscine grandi: come realizziamo piscine residenziali e per impianti sportivi"